Stampa

Donare il Sangue

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Ottobre 2014 08:42 Scritto da Avis AP Sabato 03 Maggio 2014 16:44

Perchè

Donare il sangue è un gesto di solidarietà...Significa dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa.

Il sangue non è riproducibile in laboratorio ma è indispensabile alla vita.Indispensabile nei servizi di primo soccorso, in chirurgia nella cura di alcune malattie tra le quali quelle oncologiche e nei trapianti.

Tutti domani potremmo avere bisogno di sangue per qualche motivo. Anche tu.La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità.

Le donazioni di donatori periodici, volontari, anonimi, non retribuiti e consapevoli...Rappresentano una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona.

Come


Donazione tradizionale

E' la donazione di sangue intero, richiede dai 6 ai 10 minuti e consiste nel prelievo in media di 450 ml di sangue che verrà successivamente analizzato e frazionato nelle sue componenti principali: globuli rossi, piastrine e plasma.


Plasmaferesi

Viene eseguita con un' apparecchiatura dotata ovviamente di circuiti sterili e monouso. 
Questo tipo di donazione permette di prelevare solo Plasma (la componente liquida del sangue) dal donatore. 
La procedura dura circa 30 minuti e può essere effettuata con maggior frequenza poiché il plasma (con le sostanze in esso contenute) viene prontamente ripristinato nel nostro organismo: proprio per questo un individuo maschio può donare plasma 1 volta al mese, una donna ogni 2 mesi.

Eritroaferesi

Riguarda il prelievo di globuli rossi e plasma, richiede circa 30 minuti di tempo. Questa donazione è possibile nel Centro Trasfusionale Ospedaliero, previa prenotazione.

Esami di controllo

Ad ogni donazione parte del sangue donato viene utilizzata per eseguire una serie di esami che hanno lo scopo di tenere sotto controllo la salute del donatore.


Chi può donare


Requisiti richiesti al donatore

Età: Compresa tra i 18 ed i 60 anni per la prima donazione. Chi è già donatore può superare il limite dei 65 anni in relazione ovviamente allo stato di salute in atto e alla valutazione cardiologica
Peso: Non inferiore a 50 kg (indipendentemente dalla statura o dalla costituzione)
Pressione arteriosa: tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA)
tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)
Stato di salute:
  • Non soffrire di malattie croniche (diabete, malattie autoimmuni, tumori maligni…)
  • Non avere MAI avuto Epatite C, sifilide, comportamenti a rischio di malattie trasmissibili sessualmente ed uso di sostanze stupefacenti
  • Infezioni da Epatite A e B sono da rivalutare dopo guarigione clinica ed esami
  • Non aver avuto malattie nelle ultime due settimane anche se di lieve entità (influenza, bronchite, polmonite, herpes labiali...)
  • Non aver assunto alcun farmaco nell'ultima settimana (antidolorifici e aspirine), nelle ultime due settimane per antibiotici o antibatterici.Si possono regolarmente assumere preparati vitaminici e pillola anticoncezionale
  • Non essere stati sottoposti ad interventi chirurgici negli ultimi 3 mesi (comunque è necessario documentare il ricovero con lettera di dimissione e/o cartella clinica). I piccoli interventi locali vengono rivalutati dal medico
  • Portare qualsiasi documentazione di tipo sanitario precedente (cartelle cliniche per interventi pregressi, eventuali esami del sangue o strumentali eseguiti in passato….)
  • Non aver subito esami endoscopici negli ultimi 4 mesi (gastroscopia, colonscopia, artroscopia etc..) di cui produrre comunque DOCUMENTAZIONE
  • Non aver effettuato viaggi o soggiorni in zone tropicali negli ultimi 3 mesi (6 mesi se zone malariche)
  • Non aver soggiornato nel Regno Unito per più di 6 mesi (nel TOTALE dei soggiorni) dal 1980 al 1996 e non essere stati trasfusi nel Regno Unito
  • Non avere il ciclo mestruale in corso (è consigliato lasciar trascorrere alcuni giorni dalla fine del ciclo)
  • Non aver avuto parti negli ultimi 12 mesi o interruzioni di gravidanza negli ultimi 6 mesi
  • Non tatuaggi, né agopuntura, né fori ai lobi, né piercing vari negli ultimi 4 mesi
  • Non aver effettuato allenamenti pesanti o sport intenso nelle 24 ore precedenti il prelievo
  • Non è indispensabile essere completamente a digiuno, è possibile assumere caffè o the moderatamente zuccherati ed eventualmente mangiare qualche biscotto secco o fetta biscottata; l'importante è non aver fatto colazione con cibi grassi, dolciumi, latte o altri prodotti da esso derivati

Normative sulla sospensione

Infezioni Epatite B riammissione rivalutabile dopo guarigione clinica ed esami
Esami endoscopici(gastroscopia, colonoscopia, artroscopia…) sospensione 4 mesi dall'esame
Viaggi o soggiorni in zone a rischio di malattie tropicali sospensione per 6 mesi dopo rientro da zone malariche

Soggiorni nel Regno Unito per + di 6 mesi(nel totale dei soggiorni) dal 1980 al 1996

sospensione definitiva non solo per il soggiorno ma anche per chi, in quegli anni, avesse subito una trasfusione di sangue nel Regno Unito
Interruzioni di gravidanza sospensione 6 mesi
Tatuaggi, piercing, agopuntura, fori ai lobi sospensione 4 mesi

E' opportuno autoescludersi dalla donazione se si hanno nella propria storia personale problemi quali: alcolismo, assunzione di droghe, malattie veneree, epatite o ittero, rapporti sessuali a rischio, positività per il test della sifilide, dell'Aids, dell'epatite B e C, malattie croniche renali, tumori, affezioni vascolari o cardiache, diabete e epilessia.

Prima di ogni donazione, il medico selezionatore effettuerà una visita con lo scopo di valutare la tua idoneità fisica a donare il sangue, segnalando la presenza di elementi che controindicano la donazione.